HOME PAGE   FEDERAZIONE   SEDE   SOCIETA'   ARBITRI   ASSEMBLEA   COORDINATE BANCARIE   DOCUMENTI   ASSICURAZIONE   RISULTATI   BANDI   CALENDARIO   STORIA   BARCHE   RICHIESTA IMBARCAZIONI   GALLERIA FOTOGRAFICA   PROTAGONISTI   CLASSIFICA   ANNUNCI   NEWS ED EVENTI   LINKS   NEWSLETTERS  
Venerdì, 18 Agosto 2017
F.I.C.S.F. WEB SITE: NEWS ED EVENTI indietro
Antonio Taroni, Operiamo con grande serenità

La stagione agonistica è ormai alle porte. Non solo gli atleti si scaldano e preparano: anche gli arbitri sono pronti per la nuova avventura. Ne abbiamo parlato approfonditamente con Antonio Taroni, presidente della Commissione Tecnica Arbitrale che con grande disponibilità e cortesia ha risposto alle nostre domande.

Stagione 2008: quali novità in campo arbitrale?  Ci sono arbitri nuovi?
Siamo veramente pochi, abbiamo arbitri nuovi ma non è facile dire ai ragazzi di entrare nel canotaggi e prendersi responsabilità. Il nostro programma è incentrato sull’appuntamento di giugno, abbiamo scelto i giudici  da mandare alla Regata delle Antiche Repubbliche Marinare: Botta Minoli e Realini dovrannno affrontare una gara difficile con molte pressioni ma sono certo delle loro grandi capacità.
Il  3  agosto avverrà la Regata del Palietto che verrà diretta da due giudici di La Spezia: il 15 agosto andrà in scena il Palio dell’Argentario, una delle gare più seguite della stagione sportiva.
Per quanto riguarda l’aspetto regolamentare abbiamo regolamenti chiari che non possono dare adito a cattive interpretazioni.

Quali requisiti per diventare FICSF?
Per poter intraprendere la carriera di giudice, un ragazzo, supponiamo di età compresa tra  18 e i 20 anni, intraprende un anno di apprendistato presentandosi ogni domenica sul campo di regata. Alla fine della stagione sentiamo i resoconti degli arbitri che lo hanno seguito che ci diranno se ha carattere e determinazione e un buon livello tecnico.
La bravura viene fuori con l’ esperienza e la voglia di scendere al campo di regata, convinti del proprio operato.  Devo fare un elogio ai miei arbitri per la determinazione che ci mettono.

Lanciamo un appello: perché diventare arbitri?
Deve essere una passione, uno lo deve fare perché se lo sente dentro, non deve essere una questione di soldi e di retribuzione ma una vera e propria vocazione.
Siamo sempre in attesa di avere giovani ragazzi che diventino allievi-arbitro, è un’attività che forma il carattere insegnando ad essere fermi nelle propie decisioni ed essere seri verso gli impegni che si prendono.

Qual è la situazione degli arbitri nelle varie città?
Non ci sono differenze tra gli arbitri delle varie città.  Abbiamo una grande uniformità tra i nostri giudici e questo è stato possibile grazie alla disponibilità di molti giudici a uscire dalla propria provincia creando un interscambio che ci ha dato anche più  rispetto da parte del pubblico per la voglia che i nostri ragazzi ci mettono a trasferirsi per dirigere una regata.

La collaborazione atleta-tecnico-arbitro…
La collaborazioni tra noi arbitri e i tecnici-atleti direi che è ottima e consolidata: da tre anni, 15 giorni prima delle gare, ci sono riunioni arbitri-tecnici, in cui mettiamo giù le basi per cui l’allenatore spieghi agli atleti l’educazione ed il comportamento che devono tenere durante la regata e soprattutto il rispetto verso chi sta lavorando come noi per la regolarità della gara.
Abbiamo inoltre instaurato un’ottima collaborazione tra il settore arbitrale e la stessa federazione in tutto il suo organigramma..
E’ un  dialogo di collaborazione e costruttivo, c'è apertura verso proposte che possano migliorare i problemi che di anno in anno posso sorgere nel nostro sport
Questo non significa essere permissivi, durante le gare prendiamo decisioni contestate senza farci condizionare o intimidire dalle proteste, ma penso che la serenità sia l’ingrediente necessario per il buon svolgimento delle stagioni future.

Federico Cuccu

  ::ARCHIVIO::
Il bando dei CIA Gozzi di Santa Margherita Ligure
Santa Margherita Ligure, per il secondo anno di fila grazie all'impegno della Società Remiera Gianni Figari del presidente Andrea Maggiali, ospiterà i Campionati Italiani specialità Gozzo Nazionale.
(18-08-2017)
Domenica Lucie a Gravedona per la quinta prova
Partecipano i comuni di Bellagio, Lezzeno, Laglio, Argegno, Sala Comacina, Nesso, Domaso, Ossuccio, Carate Urio, Cremia e naturalmente Gravedona.
(18-08-2017)
Corgeno: le iscrizioni e ordini di partenza per la regata nazionale
Organizzazione affidata alla Canottieri Corgeno del presidente Giovanni Marchettini, appuntamento importante a due settimane dai 65i Tricolori che si svolgeranno per il decimo anno consecutivo proprio a Corgeno. Ordini di partenza
(17-08-2017)
Circolare Informativa n°6 del 2017
Giovedi 3 Agosto alle ore 18,30 presso la sede della federazione in Genova Via Pra 63, si è riunito il consiglio di Presidenza federale per adottare le seguenti deliberazioni di urgenza.
(16-08-2017)
A Moneglia la terza gara nazionale Gozzi
Si gareggia in mattinata con organizzazione a cura dell'Associazione Sportiva Mobilia.
(16-08-2017)
Pilarella vince il 76° Palio Marinaro dell'Argentario
Vittoria con il tempo di 24’35”, seguiti a ruota dalla Fortezza a soli 3 secondi di distacco.
(16-08-2017)
I risultati della gara Interregionale di Arolo
Domenica di gare ad Arolo dove sono andate in scena le regate interregionali Jole ed Elba a cui hanno preso parte 181 equipaggi. Ecco il quadro dei vincitori.
(14-08-2017)
A Ferragosto il 76° "Palio Marinaro dell'Argentario"
L'inizio della gara è previsto al calar del sole, nello specchio d'acqua denominato Stadio di Turchese.
(14-08-2017)
Trofeo Renzo e Lucia: Domaso profeta in patria
A darsi battaglia i padroni di casa del Domaso Omar Poncia e Lino De Lorenzi e i fratelli Giannino e Domenico Gelpi in rappresentanza del comune di Bellagio.
(14-08-2017)
Scrivi a questo indirizzo per inviarci i tuoi suggerimenti: ufficiostampa@ficsf.it
Copyright © 2017 F.I.C.S.F. Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso - C.F.: 95007090103 Engineered by Zenazone s.n.c.