HOME PAGE   FEDERAZIONE   SEDE   SOCIETA'   ARBITRI   ASSEMBLEA   COORDINATE BANCARIE   DOCUMENTI   ASSICURAZIONE   RISULTATI   BANDI   CALENDARIO   STORIA   BARCHE   RICHIESTA IMBARCAZIONI   GALLERIA FOTOGRAFICA   PROTAGONISTI   CLASSIFICA   ANNUNCI   NEWS ED EVENTI   LINKS   NEWSLETTERS  
Martedì, 22 Agosto 2017
F.I.C.S.F. WEB SITE: NEWS ED EVENTI indietro
Cristina Bianchi, Una vita per il sedile fisso






Cristina Bianchi, l'anima del sedile del fisso. Colei che è sempre pronta a lasciare la sua Laglio per correre in ogni parte della Liguria e della Lombardia ad assistere la Federazione e i Comitati Organizzatori nella segreteria gare. Una visione lucida di tutte le situazioni, una saggia capacità d'analisi. Domenica la Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso la premierà con l'Onda alla Carriera: sono infatti ventotto gli anni trascorsi in quest'ambiente.

Cristina, partiamo dai primi passi...
Mi sono avvicinata al canottaggio nel lontano 1981 come vogatrice della Stella Laglio. Erano i primi anni del canottaggio femminile e il nostro Presidente Nando Riva aveva riunito un gruppo di ragazze con tanta voglia di divertirsi e magari anche di vincere. E’ cominciata così per puro divertimento. Purtroppo per motivi di salute il 1983 è stato il mio ultimo anno da vogatrice. Ho vinto tre titoli provinciali nel 4 di coppia femminile: allora le donne non gareggiavano ai campionati italiani.

Poi cosa è successo?
Dobbiamo ringraziare Gobbi e Riva per essere riusciti a portare anche il femminile a livello del maschile. Sono stati anni molto belli con le mie compagne di barca ci divertivamo un sacco. Il presidente Riva ci aveva dato un sopranome a tutte, il mio era Garrone (quello del libro Cuore) perché sosteneva che ero grande e grossa ma buona come il pane. Mi ricordo che durante le gare quando non ce la facevo più e avrei voluti mollare la terza voga mi gridava “ rema Garrone” (io ero al secondo voga) e io remavo di più.

Cosa ci puoi raccontare della tua esperienza da dirigente?
Fare il dirigente è sempre più difficile però la cosa importante è l’amicizia che nasce tra i ragazzi e la voglia di impegnarsi pur divertendosi portando rispetto alle altre persone in special modo sul campo di gara agli arbitri .

Da due anni sei anche Segretario della Canottieri Aldo Meda Cima: una bella esperienza in una società rinata
Due anni molto belli alla Canottieri Aldo Meda Cima: pensa che era la società che quando remavo battevo sempre. Adesso ci sono molte soddisfazioni, poche vittorie ma tanta voglia di fare e tanta amicizia. Abbiamo ricominciato da zero con alcuni ragazzi che non sapevano nemmeno prendere in mano i remi.  Quest’anno comunque la nostra atleta Cristina Pedrazzani (pensa che gareggiava contro di me) è arrivata seconda in nella classifica nazionale Senior femminile e abbiamo vintola Coppa Disciplina messa in palio dagli arbitri del lago di Como per la Società più disciplinata del Comitato di Como.

Importanti incarichi anche in Federazione. Ce ne vuoi parlare?
Sono stata molto contenta e lusingata quando la Federazione mi ha chiesto la disponibilità per la gestione della segreteria delle gare Nazionali e di fare parte della Commissione Carte Federali: ho accettato con entusiasmo perché lo devo proprio dire che questo sport l’ho nel cuore. Certo è impegnativo ma quando le cose le fai con piacere e nello stesso tempo ti diverti non senti la fatica anche se qualche volta bisognerebbe tirare le orecchie a qualche dirigente.     Mi sembra di avere un buon rapporto con tutti (Consiglieri Nazionali , Provinciali e Dirigenti di società e anche con l’addetto stampa) e di essere sempre disponibile e sorridente.

Per il futuro come vedi il canottaggio a sedile fisso?
Spero in un canottaggio a sedile fisso pulito come è sempre stato con la giusta rivalità sul campo di gara, ma fuori dobbiamo essere più amici e cercare di collaborare tutti insieme per renderlo ancora più bello. Devo dire che in questi ultimi anni ci stiamo impegnando tutti e qualcosa sta cambiando. Bisognerebbe anche dare più spazio ai giovani che con impegno si mettono in  prima linea.
  ::ARCHIVIO::
Mercoledì la seconda rievocazione del Palio del Tigullio
Gli onori di casa saranno a cura del sindaco Carlo Bagnasco.
(21-08-2017)
Trofeo "Renzo e Lucia" a Bellagio, a Gravedona vince Domaso
Prossimo appuntamento il 10 settembre sulle acque del Comune di Argegno dove si disputerà il 55° Palio remiero del Lario.
(21-08-2017)
Sei successi e la classifica generale: Corgeno sorride
Nelle acque del lago di Comabbio, ottima opportunità per tutti i partecipanti per testare la propria condizione in vista dei Tricolori che sempre Corgeno di Vergiate ospiterà sabato 2 e domenica 3 settembre.
(20-08-2017)
Il bando dei CIA Gozzi di Santa Margherita Ligure
Santa Margherita Ligure, per il secondo anno di fila grazie all'impegno della Società Remiera Gianni Figari del presidente Andrea Maggiali, ospiterà i Campionati Italiani specialità Gozzo Nazionale.
(18-08-2017)
Domenica Lucie a Gravedona per la quinta prova
Partecipano i comuni di Bellagio, Lezzeno, Laglio, Argegno, Sala Comacina, Nesso, Domaso, Ossuccio, Carate Urio, Cremia e naturalmente Gravedona.
(18-08-2017)
Corgeno: risultati batterie e programma domenica
In acqua complessivamente 286 equipaggi in forza a 31 società.
(19-08-2017)
Circolare Informativa n°6 del 2017
Giovedi 3 Agosto alle ore 18,30 presso la sede della federazione in Genova Via Pra 63, si è riunito il consiglio di Presidenza federale per adottare le seguenti deliberazioni di urgenza.
(16-08-2017)
Corgeno: le iscrizioni e ordini di partenza per la regata nazionale
Organizzazione affidata alla Canottieri Corgeno del presidente Giovanni Marchettini, appuntamento importante a due settimane dai 65i Tricolori che si svolgeranno per il decimo anno consecutivo proprio a Corgeno. Ordini di partenza
(17-08-2017)
A Moneglia la terza gara nazionale Gozzi
Si gareggia in mattinata con organizzazione a cura dell'Associazione Sportiva Mobilia.
(16-08-2017)
Scrivi a questo indirizzo per inviarci i tuoi suggerimenti: ufficiostampa@ficsf.it
Copyright © 2017 F.I.C.S.F. Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso - C.F.: 95007090103 Engineered by Zenazone s.n.c.