HOME PAGE   FEDERAZIONE   SEDE   SOCIETA'   ARBITRI   ASSEMBLEA   COORDINATE BANCARIE   DOCUMENTI   ASSICURAZIONE   RISULTATI   BANDI   CALENDARIO   STORIA   BARCHE   RICHIESTA IMBARCAZIONI   GALLERIA FOTOGRAFICA   PROTAGONISTI   CLASSIFICA   ANNUNCI   NEWS ED EVENTI   LINKS   NEWSLETTERS  
Martedì, 22 Agosto 2017
F.I.C.S.F. WEB SITE: NEWS ED EVENTI indietro
Scafi speciali a Vernazzola
Nello specchio acqueo del borgo marinaro di Vernazzola (GE), domenica 25 aprile, si sono dati battaglia gli equipaggi della specialità “Scafi speciali”, il così detto “gozzetto”.
Questo tipo di imbarcazione rappresenta per la provincia di Genova la storia del canottaggio a sedile fisso, forse le origini e, nel corso di tanti anni, gloriose società remiere hanno dato vita a   sfide emozionanti, a colpi di palate, raccogliendo consensi e sostegno,  con un contorno  di pubblico, che, incitando i vogatori,  assiepava le spiagge dei vari rioni, palcoscenici settimanali di queste sfide.
Purtroppo il cambiamento e l’evoluzione del canottaggio hanno ridimensionato, e non poco, questa specialità, fino a farla quasi tramontare.
Ed è un peccato, perché questo tipo di voga incarna, per così dire, il canottaggio a 360° gradi, condensando in sé tutti i tipi di remata: con un solo remo (il “brassallo”), con due remi (il “prue”) e la “scia”, ossia il vogatore che sta in piedi, con l’ingrato compito di dover “timonare”, ossia indirizzare il gozzetto nella traiettoria più utile e giusta, tenendo conto del vento e del mare e sfruttandoli nel miglior modo possibile, per prevalere sugli altri equipaggi.
Inoltre queste imbarcazioni, rigorosamente di legno, hanno alle loro spalle una storia affascinante, che raccontarla ai nostri figli, abituati ad una meccanizzazione portata all’esasperazione, diventa quasi fantasia; sono nate grazie all’arte di maestri d’ascia, che le hanno sapute scolpire nel legno, dando loro linee e disegni perfetti, oltre che resistenza e miglior “pescabilità”, per sfidare al meglio le onde del mare.
Ma forse proprio dietro a questo sta la decadenza del gozzetto: la manutenzione delle barche - quindi il tempo da dedicare loro, oggi quanto mai assente - e le capacità di saperlo fare - doti oggi difficili da trovare - hanno fatto sì che queste imbarcazioni venissero “parcheggiate permanentemente” in qualche buio magazzino, spettatrici tristi di un progresso fatto di plastica e di manutenzione rapida.
Ma grazie allo sforzo di amatori e di estimatori, il gozzetto tenta una difficile risalita nella scala del gusto dei giovani e, sfidando regole e fatica, alcune società danno vita a manifestazioni, che, a dire il vero, meriterebbero più coinvolgimento e partecipazione, anche da parte delle istituzioni locali.
Proprio l’Urania Vernazzola rappresenta una delle gloriose società genovesi a sedile fisso, che ha da sempre promosso e partecipato a questo tipo di gare e domenica 25 aprile si è fatta carico di organizzare il trofeo “Barun”, giunto così alla seconda edizione.
L’organizzazione, sotto la direzione di Alberto Parodi e Roberto Moscatelli, nonché di tutto lo staff vernazzolese, ha dato prova di ottime capacità.
Il trofeo, dedicato a Gennaro Baronia, personaggio notissimo nel borgo e strettamente legato all’ambiente del remo vernazzolese, ha visto partecipare tre società: DARIO SCHENONE FOCE – SANT’ILARIO CAPOLUNGO - URANIA VERNAZZOLA.
Gli equipaggi suddivisi in categorie juniores, seniores e veterani, hanno preso il largo, favoriti da una giornata di sole e di mare calmo, sebbene questo tipo di imbarcazione sia capace di sfidare condizioni di tempo e di mare ben più proibitive.
Sotto la direzione di gara del Giudice Arbitro, Sig. Cuttica, alle ore 10:00 si sono allineati sulla  partenza del campo di gara di 750 metri, gli equipaggi seniores di Urania, Sant’Ilario Capolungo e Dario Schenone Foce.
L’ha spuntata la società Dario Schenone condotta con maestria ed esperienza dallo “sciere” Peruzzi, seguita dal Capulungo, guidata con altrettanta bravura dallo sciere Bonfà, ed infine ha chiuso l’Urania, con un sciere giovane, quale Simoni.
Dopo una breve pausa, sono scesi in mare due gozzetti, quello della Dario Schenone Foce e dell’Urania, per la categoria juniores.
Proprio l’equipaggio della Foce ha messo il secondo sigillo della giornata ed ancora una volta, lo sciere Peruzzi ha dimostrato di che pasta è fatto ed ha diretto in maniera perfetta l’equipaggio, staccando la società Urania, guidata nuovamente dallo sciere Simoni.
Alle ore 11:30 è stata la volta dei veterani. Anche qui solo due gli equipaggi che hanno preso il mare, Sant’Ilario Capoluogo ed Urania.
Questa volta l’Urania si è tolta la soddisfazione di vincere davanti al pubblico di casa, dimostrando un’ottima conduzione di gara, grazie all’abilità dello sciere Parodi; distaccato l’equipaggio guidato dallo sciere Crovetto, che ha comunque ben figurato.
Non ci sono state grosse difficoltà per il giudice arbitro Cuttica, che ha saputo dirigere le tre sfide con tranquillità e con la consueta bravura, maturata in anni ed anni di direzione.
Al termine delle gare, oltre alla rituale premiazione, si è tenuto un rinfresco, mentre la spiaggia del borgo di Vernazzola iniziava a popolarsi dei primi bagnanti, invogliati dal clima e dalla rinnovata spiaggia.
Un plauso a tutti i partecipanti ed alla società Urania di Vernazzola per la buona riuscita della regata, che, si spera, possa aver seguito in altri borghi di Genova, con protagonista di nuovo il gozzetto, imbarcazione, la cui immagine, se ben sfruttata, saprebbe far accrescere ed accentuare lo spirito marinaro, caratteristico della nostra città.
Immagini aggiuntive
  ::ARCHIVIO::
Mercoledì la seconda rievocazione del Palio del Tigullio
Gli onori di casa saranno a cura del sindaco Carlo Bagnasco.
(21-08-2017)
Trofeo "Renzo e Lucia" a Bellagio, a Gravedona vince Domaso
Prossimo appuntamento il 10 settembre sulle acque del Comune di Argegno dove si disputerà il 55° Palio remiero del Lario.
(21-08-2017)
Sei successi e la classifica generale: Corgeno sorride
Nelle acque del lago di Comabbio, ottima opportunità per tutti i partecipanti per testare la propria condizione in vista dei Tricolori che sempre Corgeno di Vergiate ospiterà sabato 2 e domenica 3 settembre.
(20-08-2017)
Il bando dei CIA Gozzi di Santa Margherita Ligure
Santa Margherita Ligure, per il secondo anno di fila grazie all'impegno della Società Remiera Gianni Figari del presidente Andrea Maggiali, ospiterà i Campionati Italiani specialità Gozzo Nazionale.
(18-08-2017)
Domenica Lucie a Gravedona per la quinta prova
Partecipano i comuni di Bellagio, Lezzeno, Laglio, Argegno, Sala Comacina, Nesso, Domaso, Ossuccio, Carate Urio, Cremia e naturalmente Gravedona.
(18-08-2017)
Corgeno: risultati batterie e programma domenica
In acqua complessivamente 286 equipaggi in forza a 31 società.
(19-08-2017)
Circolare Informativa n°6 del 2017
Giovedi 3 Agosto alle ore 18,30 presso la sede della federazione in Genova Via Pra 63, si è riunito il consiglio di Presidenza federale per adottare le seguenti deliberazioni di urgenza.
(16-08-2017)
Corgeno: le iscrizioni e ordini di partenza per la regata nazionale
Organizzazione affidata alla Canottieri Corgeno del presidente Giovanni Marchettini, appuntamento importante a due settimane dai 65i Tricolori che si svolgeranno per il decimo anno consecutivo proprio a Corgeno. Ordini di partenza
(17-08-2017)
A Moneglia la terza gara nazionale Gozzi
Si gareggia in mattinata con organizzazione a cura dell'Associazione Sportiva Mobilia.
(16-08-2017)
Scrivi a questo indirizzo per inviarci i tuoi suggerimenti: ufficiostampa@ficsf.it
Copyright © 2017 F.I.C.S.F. Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso - C.F.: 95007090103 Engineered by Zenazone s.n.c.