HOME PAGE   FEDERAZIONE   SEDE   SOCIETA'   ARBITRI   ASSEMBLEA   COORDINATE BANCARIE   DOCUMENTI   ASSICURAZIONE   RISULTATI   BANDI   CALENDARIO   STORIA   BARCHE   RICHIESTA IMBARCAZIONI   GALLERIA FOTOGRAFICA   PROTAGONISTI   CLASSIFICA   ANNUNCI   NEWS ED EVENTI   LINKS   NEWSLETTERS  
Domenica, 20 Agosto 2017
F.I.C.S.F. WEB SITE: NEWS ED EVENTI indietro
Porto Azzurro profeta in patria
Un insolito cielo terso ed un leggero vento di maestrale hanno incorniciato la seconda tappa del campionato
remiero elbano.

Alla partenza, nello splendido specchio acqueo di Mola, ritroviamo gli stessi equipaggi che si sono dati battaglia
a Marciana Marina, con due piccole novità nel “versante femminile”: l’allenatore di casa, Elio Lambruschi,
preferisce la leggerezza del timoniere Francesco Portoghese, all’esperienza dell’ex campione italiano juniores
Marco Anguillesi; sostanzialmente stessa decisione per l’allenatore della Guardiola di Procchio, Graziano
Miliani, che colma l’assenza della “topolina” Jessica Braschi inserendo al suo posto una nuova giovane “pilota”.

Si comincia alle 15:45 con la prima batteria maschile che vede dominare in tranquillità l’equipaggio del Club del
mare. L’armo campese va ad occupare il primo posto, seguito dalla Lega navale e dal C.V. Riomarinesi, che
precludono quindi all’equipaggio juniores del C.V. di Porto Azzurro, la possibilità di accedere alla finale nelle
acque amiche. La seconda batteria vede invece primeggiare facilmente la Padulella, che si qualifica seguita dagli
juniores del G.S. Barbera. Fuori il C.V. di Marciana Marina.

Lasciamo ora riposare gli uomini e focalizziamo l’attenzione sulle ragazze.
Data l’incertezza dell’esito, c’è grande attesa per la finale femminile; tanta che il giudice posticipa la partenza
dei maschi, che possono così godersi tranquillamente le gesta delle “colleghe”.

Alla partenza le imbarcazioni sono così allineate: Padulella, Guardiola, Rio Marina, Marciana Marina,
Portoazzurro. Pronti? Via! Nonostante il mare calmo, l’allineamento non è perfetto e c’è una piccola falsa
partenza (non sanzionata) dell’equipaggio biancoceleste che, comunque, parte fortissimo; quasi fosse stato
lanciato con l’elastico. La Padulella e la Guardiola si lanciano aggressive all’inseguimento provando a
recuperare velocemente lo svantaggio iniziale.

Nel primo tratto le tre imbarcazioni hanno tutte un ottimo passo, ma è la biancoverde Claudia Palmieri che riesce ad imporre il ritmo più alto, dando l’impressione di avere un’ottima condizione fisica. Si arriva alla prima virata, le longonesi girano per prime, poi, a seguire, Guardiola e Padulella. E’ proprio in occasione di questo primo giro che, purtroppo, l’equipaggio di Procchio “manca” la boa ed è costretto a ripetere la manovra: un’operazione molto dispendiosa che potrebbe precludere addirittura il podio alle ragazze di Miliani. Un gran peccato: le contendenti all’oro si riducono a due.

Siamo al secondo lato e nulla sembra cambiare, il Porto Azzurro non molla di un centimetro ma la Padulella,
distaccata di qualche metro, non gli da pace. Alla virata le ragazze di Lambruschi occupano ancora saldamente
la prima posizione e ripartono di nuovo con passo deciso. Il terzo lato è praticamente la copia del primo: il Porto
Azzurro è ancora in fuga e la Padulella, che forse ora è un pò in difficoltà, insegue senza sosta.

Ultima virata. Le biancocelesti sono ancora prime ed il distacco non si è ridotto: per la Padulella si fa durissima.
Entrambe le compaggini entrano ed escono velocissime dalla boa, decise a non mollare fino all’ultimo; le
biancorosse giocano il tutto per tutto e danno fondo alle ultime energie aumentando il passo. Dall’altra parte,
però, Rossi e compagne non stanno a guardare, hanno ancora qualche colpo da sparare e lo dimostrano: il
numero dei colpi aumenta e non c’è modo di avvicinarle.

Negli ultimi cento metri il serrate delle longonesi, che occupano la boa più esterna, è accompagnato
dall’incitazione delle imbarcazioni amiche che le seguono per l’ultimo tratto, sostenendole nel momento dello
sforzo maggiore (non si potrebbe ma ciò non influisce, la vittoria è STRAmeritata). Le ragazze di Lambruschi
tagliano trionfanti il traguardo dopo un’ottima condotta di gara, con circa 3 imbarcazioni di vantaggio sul forte
equipaggio Portoferraiese.

Il terzo posto è conquistato dalla Guardiola, che si rende protagonista di un bellissimo recupero e limita i danni
della sfortunata manovra. A seguire, giungono sull’arrivo Rio Marina (forse un pò in calo) e Marciana Marina.

Eccoci alla finale maschile. Le corsie centrali (3 e 4) sono occupate da Campo e Padulella (vincitori delle batterie); mentre in quelle esterne troviamo Barbera, Marciana Marina e Lega navale.
Si parte. Nel primo lato le due squadre si danno battaglia ed arrivano sul primo giro praticamente all’unisono. Gli atleti girano le prue e si lanciano a capofitto nella seconda tornata. Dopo la manovra la Padulella prova a “prendere il largo”, ma l’equipaggio di Antonio De Luca non ci sta; rinforza il passo e non si fa sorpassare tenendo testa all’equipaggio portoferraiese.

Si arriva alla seconda virata. Ancora pari. Situazione insolita per i campioni italiani della Padulella che,
solitamente, a questo punto avevano sempre avuto un discreto margine di vantaggio. Niente da fare stavolta: il
Club del mare non vuol cedere il passo. Si riparte e si affronta il terzo lato; i biancorossi sono decisi a prendere il
comando e rinforzano il passo in più di un’occasione, cominciando a guadagnare terreno. Per tutto il tratto in
linea l’equipaggio campese cerca di contenere i ragazzi di Maurizio Lambardi ma, arrivati all’ultima boa, la
Padulella ha guadagnato qualche secondo di vantaggio. Si gira e si affronta l’ultimo lato.

Vista l’ottima forma degli avversari, Giacomo Bigio e compagni cercano di tenere alto il numero dei colpi per
allungare sui rivali e chiudere la pratica prima dell’arrivo. Dall’altra parte, Andrea Pizzolante (alla sua seconda
competizione nel ruolo di capovoga) mette alla prova i suoi per recuperare, ma il distacco si è ormai fatto troppo
grande e la Padulella taglia il traguardo con circa 4 imbarcazioni di vantaggio (distacco ridotto di più della metà
rispetto alla tappa precedente).

Per la terza piazza del podio lottano invece gli juniores del Barbera (apparsi in grande crescita) che, però,
devono cedere il passo agli avversari della Lega navale, che conquista per la seconda volta consecutiva la
medaglia di bronzo. Il Rio Marina chiude in quinta posizione.

Grande giornata, anche questa, che dimostra come, in fin dei conti, entrambi i campionati sia aperti a nuovi ed
interessanti risvolti. La classifica generale vede al comando di entrambe le categorie il G.S. Padulella: 30 punti
per il femminile, 32 punti per il maschile (punteggio pieno). Riusciranno gli avversari a rimontare il 6 giugno nelle
acque del golfo di Procchio? Quel che è certo, è che a tutti attendono quindici giorni di allenamenti durissimi...

Giacomo Bigio
  ::ARCHIVIO::
Sei successi e la classifica generale: Corgeno sorride
Nelle acque del lago di Comabbio, ottima opportunità per tutti i partecipanti per testare la propria condizione in vista dei Tricolori che sempre Corgeno di Vergiate ospiterà sabato 2 e domenica 3 settembre.
(20-08-2017)
Il bando dei CIA Gozzi di Santa Margherita Ligure
Santa Margherita Ligure, per il secondo anno di fila grazie all'impegno della Società Remiera Gianni Figari del presidente Andrea Maggiali, ospiterà i Campionati Italiani specialità Gozzo Nazionale.
(18-08-2017)
Domenica Lucie a Gravedona per la quinta prova
Partecipano i comuni di Bellagio, Lezzeno, Laglio, Argegno, Sala Comacina, Nesso, Domaso, Ossuccio, Carate Urio, Cremia e naturalmente Gravedona.
(18-08-2017)
Corgeno: risultati batterie e programma domenica
In acqua complessivamente 286 equipaggi in forza a 31 società.
(19-08-2017)
Circolare Informativa n°6 del 2017
Giovedi 3 Agosto alle ore 18,30 presso la sede della federazione in Genova Via Pra 63, si è riunito il consiglio di Presidenza federale per adottare le seguenti deliberazioni di urgenza.
(16-08-2017)
Corgeno: le iscrizioni e ordini di partenza per la regata nazionale
Organizzazione affidata alla Canottieri Corgeno del presidente Giovanni Marchettini, appuntamento importante a due settimane dai 65i Tricolori che si svolgeranno per il decimo anno consecutivo proprio a Corgeno. Ordini di partenza
(17-08-2017)
A Moneglia la terza gara nazionale Gozzi
Si gareggia in mattinata con organizzazione a cura dell'Associazione Sportiva Mobilia.
(16-08-2017)
Pilarella vince il 76° Palio Marinaro dell'Argentario
Vittoria con il tempo di 24’35”, seguiti a ruota dalla Fortezza a soli 3 secondi di distacco.
(16-08-2017)
I risultati della gara Interregionale di Arolo
Domenica di gare ad Arolo dove sono andate in scena le regate interregionali Jole ed Elba a cui hanno preso parte 181 equipaggi. Ecco il quadro dei vincitori.
(14-08-2017)
Scrivi a questo indirizzo per inviarci i tuoi suggerimenti: ufficiostampa@ficsf.it
Copyright © 2017 F.I.C.S.F. Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso - C.F.: 95007090103 Engineered by Zenazone s.n.c.