HOME PAGE   FEDERAZIONE   SEDE   SOCIETA'   ARBITRI   ASSEMBLEA   COORDINATE BANCARIE   DOCUMENTI   ASSICURAZIONE   RISULTATI   BANDI   CALENDARIO   STORIA   BARCHE   RICHIESTA IMBARCAZIONI   GALLERIA FOTOGRAFICA   PROTAGONISTI   CLASSIFICA   ANNUNCI   NEWS ED EVENTI   LINKS   NEWSLETTERS  
Mercoledì, 23 Agosto 2017
F.I.C.S.F. WEB SITE: NEWS ED EVENTI indietro
I segreti del Murcarosa

Le padrone del gozzo ma anche delle lariane. Già, proprio loro. Campionesse regionali e italiane, protagoniste nel canottaggio a sedile fisso ma anche in quello olimpico. Il gruppo del Murcarosa impazza in questa stagione: Corgeno di Vergiate e Paraggi ai loro piedi, risultati sensazionali frutto di un impegno costante e di una passione inalterata per il canottaggio a 360 gradi.

Benedetta Bellio racconta in questa intervista tutto ciò che significa Sportiva Murcarolo. Ma al femminile (con lei Denise Zacco, Eva Sacchi, Federica Torresi e Sara Nataletti). In primo luogo, la spiegazione a proposito della formazione del gruppo.
“Il nostro gruppo nasce senza un progetto ben preciso. La voglia di remare ed i risultati hanno portato il gruppo a crescere numericamente. Indubbiamente la rivalità sportiva con le altre società ci dà una forte carica e ci spinge a migliorarci ulteriormente. Siamo solo all'inizio della nostra carriera per cui speriamo di divertirci ancora per molto tempo”.

Settimana per settimana, come avete preparato i Tricolori? Quanti allenamenti a settimana? Su cosa vi siete maggiormente concentrati? 
“La nostra attività principale, quella per cui finalizziamo i nostri allenamenti, è il canottaggio a sedile mobile, quindi ci siamo concentrate maggiormente sui Campionati Italiani Assoluti di Mantova. Questo non significa però che abbiamo trascurato le regate di sedile fisso, infatti il gesto tecnico è simile in entrambe le discipline e quindi traiamo benefici dell'allenamento sul mobile anche nel sedile fisso. La nostra stagione agonistica prevede sette allenamenti a settimana all'inizio dell'anno per finire con quasi quattordici allenamenti a settimana nella fase finale della stagione agonistica che culmina con il campionato italiano assoluto per società. Negli allenamenti focalizziamo l'attenzione sui nostri difetti per porvi rimedio e cercare di spostare in avanti il nostro limite”.

La finale del Gozzo Nazionale: potete raccontare le emozioni vissute lungo tutto il percorso? Quali avversari temevate di più?
"Siamo giunte alla finale dopo gare costellate da innumerevoli problematiche: la maggior parte riconducibili a problemi legati all'imbarcazione. Eravamo consapevoli delle nostre potenzialità ma non eravamo in grado di esprimerle. La finale l'abbiamo corsa su una nuova barca, gentilmente prestataci dalla società Moltedo di San Michele di Pagana. Perfetta! Finalmente siamo riuscite a scaricare sui remi ed in acqua tutte le nostre forze! L'abbiamo capito subito, fin dalla partenza. Abbiamo poi girato bene quasi tutte le boe. Sapevamo che se ci fossimo trovate davanti all'ultimo giro non ce ne sarebbe stato per nessuno. E così è stato".

Quali sono caratteristiche del vostro equipaggio?
"La caratteristica principale che ci accomuna è che voghiamo tutte per divertirci, e le regate di sedile fisso ce ne danno la possibilità; sono molto combattute e spettacolari. Soprattutto quelle di gozzo sono molto sentite..durante la finale c'era un tifo da stadio! Un'altra gara a cui mi piacerebbe partecipare sarebbe la Regata delle Repubbliche Marinare: peccato che sia solo maschile, chissà se in futuro si riuscirà a fare una regata femminile".

Le dediche: a chi dedicate questo successo tricolore?
"Al mitico Mele! Allenatore e trascinatore del Murcarolo. E anche un po' a noi, che ci abbiamo creduto".

Il futuro di Benedetta?
"E' fuor di dubbio che se devo immaginarmi il futuro lo penso di colore azzurro. Ogni atleta che si allena seriamente ed assiduamente ha il sogno della nazionale italiana. La Sportiva Murcarolo è una piccola società ma ultimamente ha portato alla nazionale italiana maschile diversi atleti di talento. Spero che il colore del 2011 sia sempre azzurro ma con qualche striatura rosa".

Come sono arrivati, invece, i risultati nello scorrevole?
"Sono il frutto di una continua maturazione. Non ho un passato di successi sfolgoranti e so di avere ancora molta strada da percorrere ma la consapevolezza di poter raggiungere degli obiettivi mi è d'aiuto nelle fatiche quotidiane.Il 2010 ha portato 2 medaglie importanti: il bronzo ai campionati italiani assoluti e l'oro ai campionati italiani di coastal rowing. Tutte e due sul doppio con la mia compagna di barca Denise Zacco.
Quelle due medaglie rispecchiano il nostro valore del momento; un solo rammarico: quello di non essere riuscita ad entrare in peso e poter gareggiare nella categoria pesi leggeri. Se ci fossi riuscita credo che ci saremo messe al collo qualche medaglia d'oro in più".

Evidente passione di famiglia, in barca ti hanno spinto i tuoi genitori o è stata scelta autonoma?
"Più che una scelta la mia è stata una naturale conseguenza. Essendo entrambi i miei genitori dei canottieri, fin da piccola ho frequentato i campi di gara ed è stato quindi naturale per me iniziare
a praticare questo sport".
  ::ARCHIVIO::
VIP 7,50: online il bando per i CIA
Indetti dalla Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso, sono organizzati dalla Scuola del Remo - Voga alla Veneta Garda.
(22-08-2017)
Strutture ricettive Tricolori Gozzi
Pubblichiamo l'elenco di nuove strutture ricettive in merito ai Tricolori Gozzi che si svolgeranno a Santa Margherita Ligure sabato 16 e domenica 17 settembre.
(22-08-2017)
"Ho in mente di vincere": venerdì 1 settembre a Corgeno
La conferenza lascerà poi spazio a domande e riflessioni comuni, atleti e società sono invitate a partecipare.
(22-08-2017)
VIDEO Le voci della gara nazionale Jole-Elba di Corgeno
Le impressioni dei vincitori e delle vincitrici della gara nazionale Jole-Elba di Corgeno 2017
(22-08-2017)
Mercoledì la seconda rievocazione del Palio del Tigullio
Gli onori di casa saranno a cura del sindaco Carlo Bagnasco.
(21-08-2017)
Trofeo "Renzo e Lucia" a Bellagio, a Gravedona vince Domaso
Prossimo appuntamento il 10 settembre sulle acque del Comune di Argegno dove si disputerà il 55° Palio remiero del Lario.
(21-08-2017)
Sei successi e la classifica generale: Corgeno sorride
Nelle acque del lago di Comabbio, ottima opportunità per tutti i partecipanti per testare la propria condizione in vista dei Tricolori che sempre Corgeno di Vergiate ospiterà sabato 2 e domenica 3 settembre.
(20-08-2017)
Il bando dei CIA Gozzi di Santa Margherita Ligure
Santa Margherita Ligure, per il secondo anno di fila grazie all'impegno della Società Remiera Gianni Figari del presidente Andrea Maggiali, ospiterà i Campionati Italiani specialità Gozzo Nazionale.
(18-08-2017)
Domenica Lucie a Gravedona per la quinta prova
Partecipano i comuni di Bellagio, Lezzeno, Laglio, Argegno, Sala Comacina, Nesso, Domaso, Ossuccio, Carate Urio, Cremia e naturalmente Gravedona.
(18-08-2017)
Scrivi a questo indirizzo per inviarci i tuoi suggerimenti: ufficiostampa@ficsf.it
Copyright © 2017 F.I.C.S.F. Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso - C.F.: 95007090103 Engineered by Zenazone s.n.c.