HOME PAGE   FEDERAZIONE   SEDE   SOCIETA'   ARBITRI   ASSEMBLEA   COORDINATE BANCARIE   DOCUMENTI   ASSICURAZIONE   RISULTATI   BANDI   CALENDARIO   STORIA   BARCHE   RICHIESTA IMBARCAZIONI   GALLERIA FOTOGRAFICA   PROTAGONISTI   CLASSIFICA   ANNUNCI   NEWS ED EVENTI   LINKS   NEWSLETTERS  
Sabato, 29 Aprile 2017
F.I.C.S.F. WEB SITE: NEWS ED EVENTI indietro
Porto Azzurro: ritorno al futuro

Difficilmente si potranno dimenticare le emozioni regalate all'Isola d'Elba da Porto Azzurro tra il 2005 ed il 2007 dall'equipaggio Junior. A rinverdire i fasti, con una finale d'altissimo livello frutto di un'accurata preparazione, ci hanno pensato Kevin Viganego, Marco Ricci, Martino Neri, Davide Marchi ed il timoniere Alessandro Guglielmi. Campioni d'Italia dopo una gara di cuore e coraggio in un campo di regata nuovo ed insidioso. Il tempo finale di questa cavalcata, sullo sfondo spezzino di passeggiata Morini, è 8.36.98. Detronizzati gli ottimi avversari genovesi del Club Sportivo Urania, Ringressi di Muggiano si piazza al terzo posto.

Martino Neri mastica canottaggio da ormai parecchio tempo. Era poco più che un bambino quando Porto Azzurro vinceva per la prima volta ed era, anche allora, a festeggiare insieme a mamma Brunella, dirigente del club, ed all'allenatore Elio Lambruschi. Da quel momento, gli venne la voglia di iniziare, di mettersi alla prova.

"Dopo la finale, mia mamma era molto felice e ha esultato assieme agli altri tifosi del nostro equipaggio. Sceso dalla barca, Elio mi ha fatto i complimenti. Tutti e due mi hanno avviato al canottaggio, ma più che altro è stata una decisione mia personale, poiché seguivo questo sport da 8 anni e avevo visto già troppe vittorie dall'esterno e per una volta avrei voluto essere io a provarla personalmente" spiega Martino.

La finale. "Come capovoga, da subito avevo deciso di tenere alto il ritmo, per arrivare in testa sul primo giro di boa. Successivamente riuscendo nell'obbiettivo, io ed i miei compagni abbiamo dosato allo stesso modo le forze per la seconda e terza vasca impiegando lo stesso tempo. Usciti perfettamente dal terzo giro di boa, con quasi una barca di vantaggio, abbiamo voluto comunque dare il massimo, aumentando negli ultimi 150 metri. La fatica era impressionante, ma l'entusiasmo ed il sostegno del timoniere non ci hanno mai permesso di mollare".

Lucida analisi della situazione e del valore del gruppo, comprendente anche le donne che hanno firmato il secondo successo a La Spezia. "Non si può mai essere sicuri di nulla, ma entrambe eravamo convinti di poter fare ottimi risultati. Abbiamo iniziato a vogare assieme la scorsa estate, uscendo un paio di volte, senza nessun tipo di competizione. Successivamente da aprile ai Campionati italiani abbiamo iniziato la preparazione a livello agonistico, seguiti con costanza tutti i giorni da Andrea Ricci. Gli allenamenti? Cinque o sei  volte a settimana".

Più che singolarmente dei compagni, Martino preferisce concentrarsi sull'intero equipaggio. "Per me hanno tutti lo stesso valore e li vedo come una squadra. Ognuno di noi ha un carattere completamente diverso dall'altro e non sempre le cose sono andate bene tra di noi. Tra un litigio e l'altro la nostra determinazione e voglia di fare ci ha sempre riuniti e portati a compiere grandi risultati".

Un pensiero per ricordare due importanti figure: Elio Lambruschi ed Andrea Ricci. "Elio è stato fondamentale, poiché  grazie alla sua esperienza ci ha trasmesso lo spirito di sacrificio durante gli allenamenti. Ci ha insegnato a dare ancora di più quando in realtà vorresti mollare: oltre a lui però è stata fondamentale la figura di Andrea, è stato proprio lui difatti a prepararci gli allenamenti ed a seguirci in mare ogni volta".

Restano elevate le ambizioni per la prossima stagione. "L'obbiettivo per il prossimo anno è di migliorare ancora, allenandoci duramente, ma ancora più importante di riportare la tradizione sull'isola, invogliando ragazzi a formare nuovi equipaggi".

Martino Neri è al quarto anno del liceo scientifico: oltre al canottaggio, come primo sport pratica il rugby insieme ad altri due compagni d'equipaggio.

  ::ARCHIVIO::
A Voltri Jole ed Elba sabato 20 maggio
La Canottieri Voltri organizza la regata interregionale Jole ed Elba sabato 20 maggio riservata a tutte le categorie e specialità, comprese esibizione per Esordienti e doppio Veterani.
(28-04-2017)
Torno: le iscrizioni
Sono 78 gli equipaggi iscritti alla regata zonale Jole-Elba di Torno
(27-04-2017)
San Michele di Pagana: le iscrizioni e gli ordini di partenza
Sono 16 gli equipaggi iscritti alla regata interregionale di Gozzo che si svolgerà domenica 30 aprile a San Michele di Pagana.
(27-04-2017)
Sabato 13 maggio il Trofeo “Federico Antoni”
Gara su scafi speciali (Lariane Stefaniane) a 8 vogatori e timoniere riservata agli equipaggi maschili, delle società remiere della Provincia di Pisa iscritti alla FICSF
(27-04-2017)
Domenica 21 maggio l'Interregionale Jole-Elba a Germignaga
Domenica 21 maggio si svolgerà la tradizionale regata interregionale di Germignaga con organizzazione a cura della Canottieri Germignaga.
(25-04-2017)
Corgeno in grande forma ad Angera
La società del presidente Giovanni Marchettini fa man bassa di trofei aggiudicandosi sia la classifica generale sia quelle di specialità Jole ed Elba.
(26-04-2017)
Domenica 14 maggio la zonale Jole-Elba a Laglio
La regata si svolge con la collaborazione del Banco Credito Cooperativo di Lezzeno e il patrocinio dell'Autorità di Bacino del Lario e dei laghi minori.
(25-04-2017)
VIP domenica 7 maggio a Clusane d'Iseo
Sono i Giovani Vogatori Clusanesi a ospitare domenica 7 maggio la regata interregionale VIP.
(24-04-2017)
Ottimo avvio per la Voga in Piedi a Gardone Riviera
Inizia alla grande la stagione sportiva 2017 per la Voga in Piedi: una splendida giornata ha incorniciato la prima gara interregionale per la VIP svoltasi oggi a Gardone Riviera.
(23-04-2017)
Scrivi a questo indirizzo per inviarci i tuoi suggerimenti: ufficiostampa@ficsf.it
Copyright © 2017 F.I.C.S.F. Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso - C.F.: 95007090103 Engineered by Zenazone s.n.c.