HOME PAGE   FEDERAZIONE   SEDE   SOCIETA'   ARBITRI   ASSEMBLEA   COORDINATE BANCARIE   DOCUMENTI   ASSICURAZIONE   RISULTATI   BANDI   CALENDARIO   STORIA   BARCHE   RICHIESTA IMBARCAZIONI   GALLERIA FOTOGRAFICA   PROTAGONISTI   CLASSIFICA   ANNUNCI   NEWS ED EVENTI   LINKS   NEWSLETTERS  
Mercoledì, 23 Agosto 2017
F.I.C.S.F. WEB SITE: NEWS ED EVENTI indietro
Prezzemolo: 2000 copie regalate!

Nel giro di sole 3 settimane il gruppo FICSF – CIP – Assessorato allo sport della Provincia di Milano – Gardaland ha regalato oltre 2000 copie del "Calendario per la promozione della piena inclusione sociale di Prezzemolo". Tra i principali beneficiari degli omaggi troviamo i partecipanti al convegno "Sport e disabilità" organizzato da FICSF e Istituto Nazionale dei Tumori in data 19 gennaio a Milano, bambini ed operatori sportivi afferenti al CONI Lombardia e al CIP Nazionale, bambini ed operatori di alcuni reparti di pediatria della città Milano ( IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Centro di Riabilitazione Equestre del A.O. Niguarda, Fondazione San Raffaele ) e onlus come Brianza per il Cuore.

Riportiamo il testo di un’intervista radiofonica fatta nel week-end da un’emittente locale al Dr Massimiliano Noseda, nostro direttore scientifico e promotore dell’iniziativa "Il calendario per la promozione della piena inclusione sociale di Prezzemolo".

Dott. Noseda, un curriculum davvero invidiabile il Suo: laureato e specializzato con lode, ha collaborato con alcune delle più prestigiose aziende sanitarie milanesi come l’Istituto Ortopedico Gaetano Pini, la Fondazione San Raffaele , l’A.O. Niguarda e l’Istituto Ortopedico Galeazzi, è autore di numerosi articoli su riviste scientifiche nazionali e, a soli 32 anni, già Direttore Scientifico e Presidente di Commissione Medica presso una Federazione Sportiva Nazionale, la FICSF. Complimenti!

La ringrazio !

Possiamo sapere qualcosa in più di Lei, tipo che studi ha fatto ?

Dunque….sono nato a Como e ho frequentato il Liceo Scientifico "Paolo Giovio". Ho quindi, scelto di fare il medico e mi sono, in seguito, trasferito a Milano per motivi di studio prima e di lavoro poi.

Torno, però, a Como quasi ogni week-end poichè mia mamma vive ancora lì.

È sposato ?

No.

Cosa non sopporta maggiormente ?

I fumatori.

Pratica sport ?

Frequento regolarmente 3 volte la settimana una palestra. Mi piace il fitness ovvero lo sport fatto per stare bene e sentirsi in forma. Non ho, invece, mai praticato sport a livello agonistico.

Le sarebbe piaciuto un futuro da campione sportivo ?

A dire il vero no! Mi sento più a mio agio dietro ad una scrivania.

Come mai ha scelto di fare il medico ?

Mi ha sempre affascinato il corpo umano, come è fatto e come funzione. Ho, quindi, pensato che il corso di laurea in medicina potesse essere il percorso formativo che meglio soddisfasse questa mia curiosità. La scelta è stata, però stata un po’ sofferta perché ero molto più bravo nelle materie letterarie. Tuttavia, ho mantenuto la passione di scrivere - articoli scientifici - anche nella professione medica.

Per quali riviste ha scritto fino ad ora ?

Per "Il fisioterapista" e "Sport&Medicina" della Edi-Ermes, oltre che per "MR:Il Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa" della Minerva Medica e per "CONI SDS" di Calzetti & Maricucci.

Sappiamo che sul lavoro è molto esigente e puntiglioso, che ha una grinta incredibile e che non è facile reggere i sui ritmi e starLe dietro !

Così dicono i miei colleghi. Scherzando sul fatto che sono di Como, mi danno dello "svizzero" o del "tedesco" perchè sono preciso ed esigente. Ma sono così in tutto, non solo nel lavoro! Diciamo che amo molto il mio lavoro.

Come è che è diventato medico FICSF ?

Direi per caso. Avevo accettato come primo incarico lavorativo un posto di lavoro temporaneo per un’azienda sanitaria che ha partecipato all’organizzazione dei Campionati del Mondo di Canottaggio nel 2003. Diciamo la verità: nonostante ci fossero altri specialisti nessuno ci voleva andare, perché molta gente ha la mentalità che il mese di agosto sia meglio farlo in ospedale dove sei pagato senza lavorare troppo in quanto i letti sono chiusi ed i pazienti pochi. Ed è così che i colleghi hanno pensato di rifilarmi quello che credevano un pacco!

Io, però, ai Campionati ci volevo andare veramente, ma pensavo che non me l’avrebbero mai chiesto, essendo l’ultimo arrivato e avendo ai tempi solo 27 anni, e invece, grazie a questa mentalità scansafatiche sono arrivato prima all’Idroscalo e poi alla FICSF.

Si mangeranno le mani adesso!

Forse!

Che io sappia Lei è in assoluto in Italia il più giovane Presidente di Commissione Medica presso una Federazione Sportiva ?

Si! Diciamo, senza nulla togliere a nessuno, che spesso nella cultura italiana odierna le cariche dirigenziali apicali vengono ricoperte più secondo una logica "geriatria" che non "meritocratica" e così spesso ai giovani molte opportunità vengono precluse a priori negli anni in cui forse potrebbero dare il meglio di sè. Mentre in Italia un medico a 32 anni è giovane, in altri paesi come l’America viene invece considerato nel fiore della sua carriera. È vero che età avanzata può essere sinonimo di esperienza , ma molto spesso anche di mancanza di aggiornamento o di motivazione…

Cosa consiglierebbe, quindi, a un giovane che entra oggi nel mondo del lavoro ?

Di proporsi senza avere paura anche per incarichi importanti. Se ha talento, saprà dimostrarlo in ogni occasione e gli altri non potranno fare a meno di riconoscerlo. Molti saranno magari invidiosi, ma fa parte delle regole del gioco! Di solito è chi ha poco talento che non sapendo cosa fare ed avendo tempo da perdere, passa il tempo a parlare male degli altri…

È una frecciatina per qualche collega ?

Può essere! È comunque la verità!

Quali tematiche predilige professionalmente parlando ?

La disabilità. Trovo interessante studiare le diverse strategie che un essere umano attua per risolvere lo stesso problema e anche il differente modo di porsi nei confronti del prossimo del soggetto portatore di disabilità. Poi, ovviamente, adoro lo sport e i progetti educativi per bambini.

A proposito di bambini, sappiamo che è un appassionato di fumetti e cartoni animati: è vero ?

Verissimo! A casa ho moltissime serie originali in dvd delle principali serie di cartoni animati televisive.

Quali erano i suoi cartoni animati preferiti da piccolo ?

Sicuramente i puffi, che quest’anno compiono 50 anni.

E il suo fumetto preferito ?

Da piccolo leggevo il "Corriere dei piccoli" e chiedevo a mia mamma di regalarmi l’abbonamento ogni anno come premio per la promozione scolastica. Poi, mi piacevano anche "Braccio di ferro", grazie al quale credo che in famiglia siano riusciti a farmi mangiare chili di spinaci, e "Geppo", il diavolo buono. Adesso non ho più molto tempo per leggere i fumetti, anche se mi piace molto il genere.

Sappiamo che con il supporto della sua Federazione e in collaborazione con CIP, Assessorato allo sport della Provincia di Milano e Gardaland ha realizzato un progetto lodevole che sta riscuotendo molti consensi. Ce ne vuole parlare ?

Certamente! Ho realizzato per l’anno 2008 il primo calendario ufficiale FICSF in collaborazione con CIP, Assessorato allo sport della Provincia di Milano e Gardaland. Tale calendario è illustrato con Prezzemolo, celebre draghetto tutto italiano, protagonista di fumetti e cartoni animati, nato dalla matita di Lorenzo De Pretto. Grazie a lui e a tutti i suoi amici del paese di Tanaboo ho riassunto in dodici mesi le principali raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità promosse con ICF - ovvero la Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute - riguardo alla terminologia appropriata da utilizzarsi in ambito sociale in tema di salute e disabilità. Tutto ciò al fine di promuovere l’uso di un lessico corretto e positivo e con esso anche la piena partecipazione del soggetto con disabilità in ogni momento di vita quotidiana.

Sappiamo che è una persona molto schietta e diretta. Ne approfittiamo quando per farle qualche domanda molto personale riguardo ai suoi partner in questa iniziativa. Cosa ci dice di Lorenzo De Pretto ?

Davvero professionalmente molto bravo. È fondamentale quando si lavora ad un progetto per ragazzi avere un illustratore in gamba altrimenti il tuo messaggio perde valore. Mi spiace che nel nostro paese i fumettisti siano poco considerati a differenza di altri paesi come la Francia e il Lussemburgo.

E di Narcisio Gobbi, Presidente FICSF ?

È una persona che ha dato molto a questa Federazione. Sicuramente senza di lui molte cose non sarei riuscito a farle, Prezzemolo incluso.

E di Irma Dioli, Assessora allo sport della Provincia di Milano ?

Ad essere onesto la conosco poco e l’ho incontrata in occasione del calendario di Prezzemolo. Mi ha fatto un’ottima impressione: una persona molto sensibile e disponibile che con il suo staff ha accolto con entusiasmo ed appoggiato fin da subito il progetto Prezzemolo. Sono, comunque, molto contento che un mio progetto sullo sport oggi porti il logo dell’Assessorato allo sport della mia città.

E di Aldo Vigevani, Direttore commerciale di Gardaland ?

L’ho sentito qualche volta al telefono: un tipo in gamba. Lo ringrazio per avermi dato con entusiasmo quanto di più prezioso aveva, ovvero il personaggio di Prezzemolo per la realizzazione del mio progetto, e gli faccio i complimenti per la promozione che ha ricevuto in questi giorni ad amministratore delegato. Ringrazio molto anche la sua collaboratrice Laura Paiola che operativamente mi ha supportato nelle varie fasi del progetto per il materiale necessario alla realizzazione del calendario.

Progetti per il futuro ?

Realizzare dal calendario un progetto educativo per la scuola al fine di estendere il messaggio educativo dalla comunità sportiva al mondo della scuola per trattare in modo aggiornato e leggero un tema spesso trascurato e difficile da proporre. Poi ovviamente il calendario FICSF 2009…

  ::ARCHIVIO::
VIP 7,50: online il bando per i CIA
Indetti dalla Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso, sono organizzati dalla Scuola del Remo - Voga alla Veneta Garda.
(22-08-2017)
Strutture ricettive Tricolori Gozzi
Pubblichiamo l'elenco di nuove strutture ricettive in merito ai Tricolori Gozzi che si svolgeranno a Santa Margherita Ligure sabato 16 e domenica 17 settembre.
(22-08-2017)
"Ho in mente di vincere": venerdì 1 settembre a Corgeno
La conferenza lascerà poi spazio a domande e riflessioni comuni, atleti e società sono invitate a partecipare.
(22-08-2017)
VIDEO Le voci della gara nazionale Jole-Elba di Corgeno
Le impressioni dei vincitori e delle vincitrici della gara nazionale Jole-Elba di Corgeno 2017
(22-08-2017)
Mercoledì la seconda rievocazione del Palio del Tigullio
Gli onori di casa saranno a cura del sindaco Carlo Bagnasco.
(21-08-2017)
Trofeo "Renzo e Lucia" a Bellagio, a Gravedona vince Domaso
Prossimo appuntamento il 10 settembre sulle acque del Comune di Argegno dove si disputerà il 55° Palio remiero del Lario.
(21-08-2017)
Sei successi e la classifica generale: Corgeno sorride
Nelle acque del lago di Comabbio, ottima opportunità per tutti i partecipanti per testare la propria condizione in vista dei Tricolori che sempre Corgeno di Vergiate ospiterà sabato 2 e domenica 3 settembre.
(20-08-2017)
Il bando dei CIA Gozzi di Santa Margherita Ligure
Santa Margherita Ligure, per il secondo anno di fila grazie all'impegno della Società Remiera Gianni Figari del presidente Andrea Maggiali, ospiterà i Campionati Italiani specialità Gozzo Nazionale.
(18-08-2017)
Domenica Lucie a Gravedona per la quinta prova
Partecipano i comuni di Bellagio, Lezzeno, Laglio, Argegno, Sala Comacina, Nesso, Domaso, Ossuccio, Carate Urio, Cremia e naturalmente Gravedona.
(18-08-2017)
Scrivi a questo indirizzo per inviarci i tuoi suggerimenti: ufficiostampa@ficsf.it
Copyright © 2017 F.I.C.S.F. Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso - C.F.: 95007090103 Engineered by Zenazone s.n.c.