HOME PAGE   FEDERAZIONE   SEDE   SOCIETA'   ARBITRI   ASSEMBLEA   COORDINATE BANCARIE   DOCUMENTI   ASSICURAZIONE   RISULTATI   BANDI   CALENDARIO   STORIA   BARCHE   RICHIESTA IMBARCAZIONI   GALLERIA FOTOGRAFICA   PROTAGONISTI   CLASSIFICA   ANNUNCI   NEWS ED EVENTI   LINKS   NEWSLETTERS  
Giovedì, 27 Aprile 2017
F.I.C.S.F. WEB SITE: NEWS ED EVENTI indietro
La romantica Lucia

Con la sua linea slanciata ed elegante e con i tre cerchi che pare vogliano cingerla come una corona, la “Lucia” è l’imbarcazione che più di ogni altra attira l’attenzione di quanti arrivano sul lago di Como.
La sua notorietà in campo internazionale è senza dubbio legata alle vicende della “promessa sposa” più famosa del mondo.

Si deve infatti alla fantasia popolare il romantico nome di “Lucia” dato alla caratteristica imbarcazione (quello vero è “Batelli”) perché si è voluto immaginare che la protagonista del famosissimo romanzo del Manzoni avesse ad allontanarsi da Pescarenico a bordo proprio di una di quelle barche, allora numerosissime sul Lario.

Le origini del “Batelli” si fanno risalire tra il 500 e il 600 e c’è qualcuno che afferma di avere visto uno schizzo di questa imbarcazione tra i disegni del grande Leonardo da Vinci.

Barca a fondo piatto, robusta e maneggevole, venne ideata e costruita per la pesca ma anche per il trasporto di persone e di piccole merci da una sponda all’altra del lago.

Non mancavano peraltro intraprendenti che si spingevano fino ai porti di Como e di Lecco per andare a vendere i prodotti del loro paese e, nel contempo, per far provvista di quei generi che era possibile reperire in città.

Fiorente era a quei tempo l’attività dei cantieri nautici artigianali, perché tutti gli spostamenti gravavano, per mancanza di strade, sulle acque del lago.

Per la costruzione del “Batelli” - cui ciascuno dava un’impronta personale - quasi tutti i maestri d’ascia usavano legname di castagno che abbondava sui monti che si specchiano nel Lario ma, nell’ultimo secolo, al castagno sono stati preferiti, man mano, legni più pregiati come il mogano e il larice, più che altro per accontentare il gusto delle famiglie patrizie con splendide ville sul Lario, che avevano scelto questa caratteristica imbarcazione per le “passeggiate” sulle acque del lago.

L’arrivo delle strade e della motorizzazione e il successivo avvento della plastica (che ha trasformato l’attività della maggior parte dei cantieri nautici lariani) ha fatto scemare l’interesse per la “Lucia”, tanto da far temere per la sua scomparsa, vuoi per gli alti costi di manutenzione vuoi per il progressivo ridursi – per legge naturale – degli anziani maestri d’ascia in grado di realizzarla con amore e competenza.

Paventando questo pericolo, un gruppo di appassionati del Lario e delle sue tradizioni ha costruito negli anni ’80 l’associazione “Amici della Lucia” con l’intento di conservare nel tempo, non relegata in qualche museo, ma “viva sull’acqua”, l’immagine di questa imbarcazione che si è affermata nel mondo come simbolo del lago di Como.

A tale scopo gli “Amici di Lucia” promuovono ogni anno varie iniziative atte a far sì che i turisti, i villeggianti e le nuove generazioni nonostante abbiano ancora la possibilità di ammirare la “Lucia”, solcante con eleganza le acque del lago, splendida creatura che ha un posto importante nella storia dell’arte cantieristica lariana.

Stefano Bonetti
tratto da Como e Dintorni

  ::ARCHIVIO::
Corgeno in grande forma ad Angera
La società del presidente Giovanni Marchettini fa man bassa di trofei aggiudicandosi sia la classifica generale sia quelle di specialità Jole ed Elba.
(26-04-2017)
Domenica 21 maggio l'Interregionale Jole-Elba a Germignaga
Domenica 21 maggio si svolgerà la tradizionale regata interregionale di Germignaga con organizzazione a cura della Canottieri Germignaga.
(25-04-2017)
Domenica 14 maggio la zonale Jole-Elba a Laglio
La regata si svolge con la collaborazione del Banco Credito Cooperativo di Lezzeno e il patrocinio dell'Autorità di Bacino del Lario e dei laghi minori.
(25-04-2017)
VIP domenica 7 maggio a Clusane d'Iseo
Sono i Giovani Vogatori Clusanesi a ospitare domenica 7 maggio la regata interregionale VIP.
(24-04-2017)
Ottimo avvio per la Voga in Piedi a Gardone Riviera
Inizia alla grande la stagione sportiva 2017 per la Voga in Piedi: una splendida giornata ha incorniciato la prima gara interregionale per la VIP svoltasi oggi a Gardone Riviera.
(23-04-2017)
Rinviata l'Interregionale di Chiavari
Niente da fare oggi per le società ritrovatesi a Chiavari per partecipare alla regata interregionale Jole-Elba. Le brutte condizioni del mare spingono la giuria, in accordo con la LNI Chiavari e Lavagna, a rinviare l'evento.
(23-04-2017)
Angera: le iscrizioni e gli ordini di partenza
Sono 187 gli equipaggi iscritti all'Interregionale Jole-Elba di Angera, a cura della De Bastiani.
(23-04-2017)
Corso in Diritto Sportivo e Penale dello Sport
L’Università degli Studi di Genova (UNIGE), Dip. Di Giurisprudenza, ha attivato il Corso di perfezionamento in “DIRITTO SPORTIVO E PENALE DELLO SPORT” (Direttore Prof. P. Pisa).
(21-04-2017)
Interregionale VIP 7,50 a Gardone Riviera: le iscrizioni
Undici società, in rappresentanza di 48 equipaggi, gareggiano domenica a Gardone Riviera (BS) per la prima regata interregionale del 2017.
(21-04-2017)
Scrivi a questo indirizzo per inviarci i tuoi suggerimenti: ufficiostampa@ficsf.it
Copyright © 2017 F.I.C.S.F. Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso - C.F.: 95007090103 Engineered by Zenazone s.n.c.